La dieta nell’ulcera gastro-duodenale

Al paziente con ULCERA gastrica o duodenale va prescritta una dieta che riduca la secrezione acida dello stomaco e che eviti la distensione meccanica eccessiva della parete gastrica.

Va consigliato di:

  • masticare il cibo con cura e lentamente, in ambiente tranquillo (staccare telefono e telefonino!). Fretta e stress non sono amiche di una buona digestione
  • evitare pasti abbondanti e distanziati troppo tra di loro; sono consigliabili i 3 pasti quotidiani, mentre pasti frequenti potrebbero aumentare la secrezione acida
  • un riposino dopo mangiato sarebbe un toccasana; evitare comunque di esporsi al freddo subito dopo mangiato
  • utilizzare tecniche di cottura come il forno, la griglia, il vapore, il microonde, la lessatura, il cartoccio, che permettono la cottura dell’alimento con uso minimo di grasso di condimento
  • evitare tutti gli alimenti conservati e fermentati
  • evitare i fritti, gli arrosti, tutti i grassi cotti soprattutto se cotti a lungo; le cotture prolungate (brasati, stracotti), le salse soprattutto se grasse o piccanti
  • aggiungere eventualmente piccole quantità di olio o burro a crudo a fine cottura – evitare le bevande fredde o troppo calde, il fumo, il caffè anche se decaffeinato, il tè ed i superalcoolici sempre

Vanno evitati in ogni caso gli alimenti che, anche se permessi nella dieta di base, risultano provocare disturbi o sono mal tollerati nel singolo individuo. Nel paziente ulceroso la dieta va infatti strettamente personalizzata.


COLAZIONE E SPUNTINI:

PERMESSI NON PERMESSI
Pane abbrustolito, secco, crosta di pane Pane fresco con mollica e poco cotto
Crackers Pane integrale o di segale
Grissini Latte concentrato
Fette biscottate Latte freddo
Biscotti secchi Antipasti
Latte scremato non freddo (o contenuto in alimenti vari)  

 


PRIMI PIATTI:

PERMESSI NON PERMESSI
Riso Farine integrali
Pasta Minestre grasse o con legumi interi
Semolino Minestre con soffritti
Cereali Minestre con brodo di carne ristretto
Tapioca (minestrine con brodo di verdura magro, creme di verdura e di legumi passati, paste asciutte al burro fresco o con olio e pomodoro fresco) Paste asciutte troppo condite, con sughi e spezie
Passati di verdura in genere  

SECONDI PIATTI:

PERMESSI NON PERMESSI
Formaggi freschi non fermentati: mascarpone, mozzarella, scamorza, robiola,stracchino, crescenza, fontina, bel paese Formaggi fermentati e piccanti (pecorino, gorgonzola, brie, camembert, formaggio blu, all’aglio, con le noci, con il pepe)
Uova alla coque, in camicia, sode, anche come ingredienti di altre preparazioni purchè’ non fritte Carne di maiale grassa, di montone, cacciagione, oca, anatra, tacchino; salame, mortadella, cotechino; frattaglie; estratti di carne
Besciamella Carni grasse e condite con salse, conservate sotto sale, affumicate, in scatola o marinate, poco cotte
  Uova fritte, frittata al tegamino
   
  Fritti, umidi, stracotti, arrosti
  Pesce grasso: sardine, aringhe, acciughe, anguilla, maccarello, salmone, baccalà
  Pesce fritto, conservato in scatola, affumicato, essicato, salato

CONSENTITI IN QUANTITA’ LIMITATA

Carni di vitello, pollo, coniglio, manzo e maiale magri; Cosciotto di agnello, prosciutto cotto e crudo magro
Lingua, cervella, fegato, animelle (attenzione al colesterolo!)

Tutte preparate con cottura senza grassi:bolliti o alla griglia o a microonde

Pesce fresco magro bollito o alla griglia o al forno: sogliola, trota, nasello e pesce persico, branzino, orata.

MAI FRITTI. Gamberetti e crostacei lessati

 


CONTORNI:

PERMESSI NON PERMESSI
Patate lessate Tutti i legumi (i legumi ben cotti e passati a volte sono ben tollerati)
Carote Verdure fritte, porri, funghi, fagiolini
Piselli piccoli cotti e passati Cipolla, aglio, sedano, finocchi, rape, ravanelli
Zucchine Verza, cavolo, cavolfiore, asparagi, barbabietole
Bietole ben cotte Pomodori, insalata, peperoni, melanzane, cetrioli
Purea di patate La verdura cruda in genere non e’ ben tollerata

 


CONDIMENTI:

PERMESSI NON PERMESSI
Burro Strutto
Olio Spezie piccanti
Margarina a crudo Senape
Aromi vari e erbe aromatiche Aceto
Succo di limone al posto dell’aceto Lardo

FRUTTA:

PERMESSI NON PERMESSI
Cotta e passata Tutta la frutta acerba o poco matura e con i semi
Fresca ben matura sbucciata e privata dei semi, se tollerata (tranne quella proibita) Tutta la frutta secca;castagne, nocciole, noci, fichi, datteri, arance, mandarini, uva, mandorle, banane

 


DOLCI:

PERMESSI NON PERMESSI
Zucchero Dolci fritti
Crostate di frutta Farciti
Meringa Dolci di pasta sfoglia
Caramelle Dolci con crema
Gelatina di frutta Cacao
Budini Cioccolato
Panna semplice o montata Sorbetti
Creme caramel Gelati
Dolci che contengono il latte  

BEVANDE:

PERMESSI NON PERMESSI
Tè molto leggero Tutte le bevande gassate
Caffè di orzo e solo a fine pasto Tè e caffè concentrati soprattutto a stomaco vuoto
Camomilla Liquori e aperitivi alcolici
Frappè di latte Vino puro, birra
Acqua non gassata Tutte le bevande ghiacciate
Tisane varie Tutti i liquidi troppo caldi
Succhi di frutta non acidi diluiti con acqua (escludendo quindi LIMONE, POMPELMO, ARANCIA, ALBICOCCA) Succhi di frutta acidi (limone, pompelmo, arancia, albicocca)

N.B. se il paziente è diabetico vanno eliminati tutti gli alimenti che contengono zucchero